La fibromialgia è diventata una diagnosi estremamente comune nella medicina moderna. È diagnosticata nei pazienti che hanno dolori muscolari, articolari, stanchezza, depressione. La medicina classica dice che la causa è sconosciuta e la cura consiste di solito in farmaci palliativi.

Vedo tanti casi di “fibromialgia” e in realtà, ogni caso è diverso. La fibromialgia non è altro che infiammazione della fascia muscolare e tutte le conseguenze che comporta.

Per curare questi pazienti si deve:

mark steele chiropratico
  1. Sbloccare tutte le articolazioni della colonna vertebrale che necessitano. In certi casi devono essere manipolati direttamente, ma in tanti altri, indirettamente (non scrocchiando la colonna, ma con punti di attivazione stimolati dolcemente). Se le articolazioni non sono libere ed in equilibrio, i nervi che passano da quel punto si infiammano.
  2. Qualunque zona di tessuto connettivo aderente alla fascia muscolare considerata, tendini o legamenti deve essere sciolta.
  3. La dura madre deve essere liberata e il meccanismo del sistema craniosacrale messo in funzione.
  4. Tutti i tipi di energia negativa da stress, pensieri ed emozioni negativi devono essere neutralizzati e ricaricati con energia buona e salubre, con tecniche energetiche. Spesso c’è un accumulo di stress e i pazienti hanno la pila veramente scaricata.
  5. Qualunque intolleranza o squilibrio alimentare deve essere identificato facendo il test di compatibilità alimentare. Così si possono consumare cibi che aiutano la salute dell’ individuo invece di provocare infiammazione.
  6. Con il test che faccio, posso identificare le mancanze di vitamine, minerali, acidi grassi essenziali ed altri integratori per mettere in equilibrio il metabolismo e togliere l’infiammazione.

Soltanto trattando tutti questi fattori si riesce gradualmente a togliere i dolori e la stanchezza. Si può stare meglio.

Print Friendly, PDF & Email